11 aprile 2008

Guida Galattica per Autostoppisti - Douglas Adams

Il blog langue? DON'T PANIC: c'è sicuramente una soluzione, e se c'è non può non essere menzionata nella "Guida Galattica per Autostoppisti", il testo che ogni viaggiatore spaziale non dimentica mai nei pianeti che visita. Contiene informazioni utilissime circa l'infilarsi pesci nelle orecchie dopo che il vostro pianeta è esploso (!!!), la superiorità mentale dei delfini e soprattutto dei topi rispetto agli uomini, il meccanismo che regola un motore a Improbabilità Infinita...un sacco di cose, insomma, che vi apriranno davvero la mente riguardo al mondo, l'universo e tutto il resto.
Questo libretto di fanta-fantascienza si divora. Siamo d'accordo io, Mattia, mamma di Mattia (tutti lo abbiamo finito in meno di 48 ore) e un tizio di un blog concorrente che lo ha recensito prima di me (e anche meglio, quindi andate in cerca del suo commento in "A Paul's World"). E' piaciuto anche a Mel Brooks che ha incorporato in un omonimo film questo libro e alcuni dei suoi seguiti, che, ahimè, lasciano a metà la saga perchè Adams, il cui humour iperspaziale ricorda a tratti il nostro Stefano Benni, muore qualche anno fa. Io sospetto che sia morto dal ridere dopo un'idea fighissima che gli è venuta e che purtroppo se n'è andata con lui. O magari c'entra il robot emo che vedete qui accanto(versione film di Brooks), la cui depressione istiga al suicidio persino altri esseri meccanici. Cos'altro devo fare per convincervi a leggerlo? Ve lo presto! Ma trattatelo bene...

3 commenti:

Sara ha detto...

Ho adorato quel libro! Un piccolo capolavoro...

Elena ha detto...

allora me lo dovrai prestare!! grande tony che ingrassi il blog il blog :)

Mattia ha detto...

In effetti è davvero fantastico! è consigliabile anche la versione cinematografica, che però secondo me perde molto se vista dopo aver letto il libro! quindi prima film e poi libro! così in nessun caso rimarrete delusi!